Domande frequenti - Buyers

1) Come si aderisce a Polaris?

Il processo di adesione a Polaris è interamente digitale, come tutta l’interazione tra l’utente e la piattaforma.

Una volta deciso il perimetro di utilizzo della piattaforma (quale segmento di fornitori coinvolgere), individuate le fonti di liquidità da utilizzare (uso di liquidità propria o di terzi) e, di conseguenza, gli strumenti da attivare (dynamic discounting e/o cessioni di crediti), l’adesione avviene attraverso un percorso di onboarding dell’azienda Buyer e dei suoi utenti, che termina con la sottoscrizione dell’atto di adesione.

Parallelamente al percorso descritto, vi è un percorso tecnico finalizzato a rendere operativa l’integrazione tra l’ERP SAP del Buyer e Polaris o, se il Buyer usa un ERP diverso da SAP, la definizione delle modalità di integrazione ERP/Polaris.

 

2) Quanto costa aderire a Polaris?

L’adesione a Polaris comporta l’applicazione di un costo ricorrente, costituito da un canone annuo di utilizzo della piattaforma. L’ammontare del canone è determinato in funzione dell’effort di integrazione e dei volumi di debiti commerciali che transiteranno dalla piattaforma.

 

3) Quali benefici porterà Polaris alla mia organizzazione?

Polaris è uno strumento che consente di separare la gestione della relazione finanziaria con i fornitori da quella commerciale e operativa, neutralizzandone gli effetti.

Cosa vuol dire? Attivare un programma di supply chain finance su Polaris significa che il fornitore ha la certezza di poter essere pagato quando gli serve – e comunque entro il termine massimo concordato col Buyer – senza dover utilizzare le proprie linee di credito per finanziarsi.

Il rapporto con il Buyer viene quindi "neutralizzato", in termini di impatto sugli equilibri finanziari del fornitore, che può concentrarsi sugli altri elementi fondamentali della relazione (miglioramento delle performances, incremento delle vendite).

Tutto questo si traduce in fidelizzazione del fornitore e minore vulnerabilità della filiera nel suo complesso e nei suoi impatti potenziali sui processi produttivi e sul business del Buyer.

 

4) Dovrete approvare i miei fornitori prima che io aderisca a Polaris?

No. L’approvazione dei fornitori è successiva all’adesione del Buyer ed è operata direttamente dai partner finanziari che assicureranno la liquidità dei programmi di supply chain finance del Buyer, principalmente sulla base dell’esito della valutazione rispetto ai rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

 

5) Nella mia organizzazione, chi dovrá essere formato in modo da poter usare la piattaforma?

La definizione degli utenti che opereranno su Polaris dipende da scelte organizzative del Buyer.

Tipicamente, la definizione delle caratteristiche finanziarie dei programmi di supply chain finance è operata dalla funzione finance; la selezione dei fornitori da coinvolgere è operata dalla funzione acquisti e i processi di liquidazione sono in capo alle funzioni contabilità fornitori e tesoreria.

Nella realtà operativa, solo la prima attività deve essere svolta necessariamente sulla piattaforma, mentre tutte le altre possono essere svolte direttamente all’interno dell’ERP aziendale, che comunicherà poi con Polaris.

 

6) Quale impatto avrà Polaris sulla struttura IT della mia organizzazione?

L’impatto è diverso a seconda del contesto. Per i Buyer che utilizzano l’ERP SAP, occorre installare una componente software che gestisce il dialogo SAP/Polaris e configurarla.

Per i Buyer che usano ERP diversi, c’è da prevedere un’attività progettuale per definire le modalità di integrazione, tipicamente attraverso lo scambio di flussi di informazioni strutturati. In ambedue i casi dovrà essere prevista un’attività di definizione del canale di comunicazione e di gestione della relativa sicurezza.

 

7) Quali sono i miei termini di pagamento verso il fornitore se utilizzo Polaris?

I termini di pagamento sono sempre definiti d’accordo con il fornitore.

Polaris non condiziona in alcun modo le scelte delle parti, ma si limita a fornire la strumentazione per gestire questo tipo di accordi, che possono assumere strutture diverse (un termine fisso piuttosto che un termine flessibile tra un minimo e un massimo) e profili finanziari diversi (applicazione o meno di interessi di dilazione a carico del Buyer).

 

8) Quali benefici avranno i miei fornitori grazie a Polaris?

I fornitori inclusi nei programmi di supply chain finance avranno la possibilità di ottenere il pagamento delle loro fatture in qualsiasi momento, a semplice richiesta effettuata su Polaris, sino alla scadenza finale pattuita tra le parti.

Questo, senza dover richiedere o utilizzare linee di credito ad essi intestate, né registrare alcun debito finanziario a fronte dell’eventuale pagamento anticipato, con un miglioramento strutturale degli indici di liquidità del loro bilancio.

 

9) Quali costi avranno i fornitori per aderire a Polaris?

I fornitori non hanno alcun costo di adesione a Polaris, ma pagano una commissione solo sugli utilizzi di liquidità operati sulla piattaforma (normalmente compresa tra lo 0,1% e lo 0,2% del valore delle fatture transate).

 

10) Quanto tempo occorre prima che il programma di supply chain finance funzioni propriamente?

Il programma inizia a funzionare nel momento in cui tutti i partecipanti (Buyer, fornitore e partner finanziari) hanno aderito alla piattaforma.

Dal momento in cui il Buyer ha completato il proprio onboarding e iniziato ad alimentare Polaris, possono passare un paio di settimane prima che i fornitori aderiscano a loro volta e i finanziatori li accettino. Si tratta, in ogni caso, di un processo continuo.

 

11) Quale supporto avremo dal team Polaris?

Il team Polaris è a disposizione di tutti gli aderenti per aiutarli nel corso del processo di onboarding e fornire supporto in ogni fase dell’operatività.

In particolare, il team raccoglie eventuali segnalazioni di malfunzionamento, supporta l’individuazione delle cause e ne indirizza la risoluzione. Il team è a disposizione anche per cooperare nella definizione di iniziative del Buyer e nella loro “traduzione” nell’operatività di Polaris.

12) In cosa Polaris è diversa da altre piattaforme?

La differenza principale è costituita dall’architettura contrattuale condivisa, che permette di condividere anche informazioni e processi, evitando la replica di attività prive di qualsiasi valore (p.es. la replica dell’onboarding per ogni singolo finanziatore).

L’adesione a Polaris è una chiave di relazione verso tutti gli altri aderenti.

Dal punto di vista del Buyer, Polaris è uno strumento che permette di gestire in modo autonomo i programmi di supply chain finance, senza delegarne la gestione ai singoli partner finanziari e senza crearsi, quindi, situazioni di dipendenza strutturale dai partner stessi.